Le più belle spiagge della Costiera amalfitana

Quasi nascoste, piccole spiagge si fanno largo nella costa frastagliata del Golfo di Salerno e regalano ai visitatori un meraviglioso paesaggio naturale, perfetto per escursioni subacquee, per trascorrere giornate in spiaggia e magari anche per un giro in barca.

La rinomata spiaggia di Positano e la Baia di Ieranto tra le altre, fanno di questa zona un posto romantico e caratteristico della Campania. Proponiamo alcune spiagge della Costiera amalfitana da visitare questa estate.

1. La spiaggia di Santa Croce, Amalfi

Frequentata anche da personaggi famosi, la spiaggia di Marina Grande è sempre particolarmente affollata, ma nelle immediate vicinanze, ci sono le imbarcazioni che dal molo partono ogni 30 minuti (a pagamento dalle ore 9 alle 17), per arrivare alle calette “nascoste” poco distanti dal centro storico. Non tutte sono raggiungibili solo via mare:  da visitare la spiaggia di Santa Croce, magari arrivando via terra partendo dalla strada statale dove inizia un sentiero a picco sul mare. È decisamente un percorso per chi ama il trekking, ma anche per chi ama i panorami mozzafiato. Purtroppo il sole tocca la spiaggia fino al primo pomeriggio, ma dallo stesso molo si possono raggiungere Capri, Positano, Sorrento e Salerno.

Ph.: Titus (Flickr)

2. La spiaggia di Marina Grande (e non solo), Positano

Il panorama di Positano è conosciuto per le case colorate verso il mare e la lunga spiaggia di ciottoli che delinea quasi tutta Marina Grande, dove ogni anno si organizzano spettacoli internazionali. In pochi passi si possono raggiungere anche le vicine spiagge: basta recarsi verso la piazza principale, dove si trovano i caffè e i ristoranti sul mare, e seguire la scalinata che porta alla spiaggia di Laurito, molto piccola ma da visitare. Poco più avanti la spiaggia di Arienzo da dove si possono ammirare le bellissime ville e alcuni hotel della Costiera, e in genere meno affollata, la spiaggia di Fornillo. Da vedere anche le isole Li Galli che dal molo si raggiungono in poco tempo.

Ph.: www.david baxendale.com (Flickr)

3. La Baia di Ieranto, dove si “nascondono” le sirene

Dal mare cristallino, la Baia di Ieranto si trova di fronte ai Faraglioni di Capri e per raggiungerla, bisogna percorrere a piedi un lungo sentiero che parte da Nerano, una frazione di Massa Lubrense, e si arriva alla Baia tra Punta Campanella e Punta Penna. Fa parte dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella e una leggenda narra che in questa zona si nascondono le sirene che incantarono Ulisse. Si tratta di località abbastanza piccole per cui è consigliato arrivare presto in autobus SITA o in auto per il parcheggio a Nerano e visitare anche Marina del Cantone: un piccolo borgo antico. Continua su Discover Expedia.

Lascia un commento